|

3 – Statuto

1 Leave a comment on paragraph 1 0 Le riflessioni scambiate all’interno del gruppo sono state focalizzate sui seguenti punti, che costituiscono la base per le prime riflessioni del gruppo di lavoro.

2 Leave a comment on paragraph 2 2 L’associazione è molto cresciuta e cambiata dal giorno in cui è stata fondata cinque anni fa, e come tutte le realtà “giovani” sta continuando a cambiare e crescere ancora, segno che la strada che si è deciso di intraprendere è quella giusta.

3 Leave a comment on paragraph 3 0 Oggi ha raggiunto un punto critico, e deve essere pronta a compiere un salto dal punto di vista operativo, il che determina anche la partecipazione attiva e regolare in progetti di cambiamento che ci sono o stanno per nascere nel nostro paese.

4 Leave a comment on paragraph 4 0 Quindi SGI deve attrezzarsi per tempo e per fare questo è necessario che lo statuto, e conseguentemente, la sua organizzazione siano pronte a porre in essere azioni concrete in tal senso. L’attuale forma di APS, con partita IVA, non è adatta a gestire situazioni di regolare coinvolgimento in progetti che abbiano anche una dimensione economica.

5 Leave a comment on paragraph 5 4 Per questo si sono individuate tre direzioni (non necessariamente da considerare come scelta dell’unica soluzione da attuare):

  • 6 Leave a comment on paragraph 6 0
  • modifica dello statuto per trasformare SGI in un’associazione no-profit pura;

  • creazione di una struttura commerciale semplice che permetta di gestire in maniera separata la partecipazione o la organizzazione di progetti (ad esempio creando una società interamente posseduta da SGI con regole di governance molto rigide a tutela dell’intera Associazione);

  • dematerializzazione completa dei processi amministrativi dell’associazione, e non solo dell’assemblea.

7 Leave a comment on paragraph 7 0 Tutto questo deve essere letto con ben chiari due principi guida;

9 Leave a comment on paragraph 9 4 1) Revisione statuto

10 Leave a comment on paragraph 10 4 La forma attuale come APS con partita IVA non è adatta ad accompagnare la crescita dell’associazione.
È auspicabile una separazione (netta) tra l’attività non a scopo di lucro e le attività strumentali a fini di lucro.

11 Leave a comment on paragraph 11 0 Il punto critico su cui dobbiamo ragionare è se l’associazione la vogliamo riconosciuta (ONLUS) oppure no.
Nel primo caso si possono ricevere donazioni del 5×1000 e simili, si è ammessi a più iniziative/bandi della PA ed è più facile per le imprese scaricare eventuali donazioni.
Nel secondo caso ci sono minori vincoli organizzativi e gestionali oltre a un iter di trasformazione più semplice e meno costoso. Ad esempio per un’associazione non riconosciuta è possibile avere una sede completamente online, mentre un’associazione riconosciuta ha (molto probabilmente) dei vincoli e deve avere una sede fisica.

12 Leave a comment on paragraph 12 2 È importante valutare realisticamente se sia ragionevole attendere introiti significativi dal 5×1000. Se si parla di poche centinaia di euro l’anno, il gioco non vale la candela.

13 Leave a comment on paragraph 13 0 Lo statuto va comunque corretto in alcuni passaggi contraddittori circa le modalità di elezione delle cariche sociali che sono emersi nel tempo, e nelle tipologie di soci.

14 Leave a comment on paragraph 14 0 Da inserire nello statuto regole chiare circa la governance della società strumentale, che eventualmente si va a creare. Deve essere chiaro che è di proprietà e sotto il controllo dell’Associazione, e non di alcuni di essa. Per questo ci deve essere massima trasparenza sia per la governance, che per il reporting/rendicontazione (non solo economico/finanziaria)

15 Leave a comment on paragraph 15 0 Da inserire anche linee di indirizzo verso la totale dematerializzazione, sia per valutare se sia possibile e conveniente individuare un’unica sede legale online o se sia possibile e conveniente optare per una soluzione intermedia (sede online e secondaria/operativa?), sia per la gestione digitale di tutti i documenti dell’associazione, creando processi amministrativi online.

16 Leave a comment on paragraph 16 0 2) Società strumentale

17 Leave a comment on paragraph 17 2 La governance della società strumentale viene definita a livello di statuto associativo, dovrebbe essere di proprietà di SGI al 100%.

18 Leave a comment on paragraph 18 0 L’Assemblea deve approvare i piani aziendali e le operazioni di gestione straordinaria, in ottica di massima trasparenza.

19 Leave a comment on paragraph 19 0 L’ipotesi di partenza potrebbe essere una srls con amministratore unico per mantenere la struttura semplice e con costi di gestione minimali.

20 Leave a comment on paragraph 20 1 È opportuno verificare la compatibilità di questa forma con i requisiti di solidità finanziaria e organizzativa per partecipare a progetti europei. Quest’ultimo è un percorso da costruire nel tempo, che va tenuto però presente fin da ora.

21 Leave a comment on paragraph 21 0 3) Dematerializzazione

22 Leave a comment on paragraph 22 1 Dobbiamo al tempo stesso mantenere la gestione più semplice e moderna, e dimostrare nei fatti che SGI applica a se stessa ciò che consiglia agli altri.


23 Leave a comment on paragraph 23 0 Coordinatore: Daniele Tumietto

24 Leave a comment on paragraph 24 0 Partecipanti: Fulvio Ananasso, Claudio Anastasio, Andrea Caccia, Guido d’Ippolito, Marco Menghini, Giuseppe Pirlo, Morena Ragone, Paolo Russo

Page 43

Source: http://assembleasgi2016.crowddreaming.academy/assemblea-straordinaria-novembre-2016/forum/3-statuto/?replytopara=11