|

38 – Supporto strategico alle PA locali e regionali

1 Leave a comment on paragraph 1 1 Questa scheda è dedicata al supporto strategico alle PA locali e regionali per la definizione di strategie e metodi per la progettazione e l’implementazione dell’Agenda Digitale e di iniziative di innovazione nella gestione dei servizi pubblici.

2 Leave a comment on paragraph 2 0 L’iniziativa mira ad individuare un percorso per l’attuazione di una delle Linee Strategiche dell’Associazione per il 2016:

  • 3 Leave a comment on paragraph 3 0
  • Sviluppo e riposizionamento verso le amministrazioni locali e regionali. Per far sì che i temi dell’innovazione e le proposte supportate dall’Associazione occupino un posto centrale nei programmi delle forze politiche e siano base per le politiche proposte per il futuro del Paese, SGI dovrà agire attivamente presso le amministrazioni comunali e regionali, proponendosi come interlocutore e supporto per la definizione delle strategie e per il metodo da utilizzare nella progettazione e l’implementazione dell’Agenda Digitale e di azioni per favorire l’innovazione – non soltanto tecnologica – nella gestione dei servizi pubblici, organizzando incontri pubblici e stimolando campagne e dibattiti in rete;

4 Leave a comment on paragraph 4 0 In particolare quello che deve essere messo a fuoco è come definire, costruire e concretizzare il ruolo di interlocutore per le amministrazioni comunali e regionali per l’implementazione dell’Agenda Digitale.
Riguardo alle motivazioni, oltre a quelle già citate, è da porre in evidenza che:

  • 5 Leave a comment on paragraph 5 0
  • per molti i Comuni medi e piccoli il percorso di Trasformazione Digitale (tecnologica e normativa) è un processo faticoso che ha spesso la connotazione di una rincorsa per il rispetto formale delle scadenze piuttosto che quella di un percorso di innovazione virtuoso
  • in molti casi si trovano difficoltà a far evolvere i sistemi interni per poter essere il più possibili inter-operabili, requisito essenziale per offrire nuovi servizi a valore aggiunto ai cittadini.

6 Leave a comment on paragraph 6 0 C’è da lavorare per contribuire a colmare una grande distanza tra:

  • 7 Leave a comment on paragraph 7 0
  • la nuova PA disegnata dal CAD, recentemente innovato, dal FOIA e dalle altre iniziative di innovazione (Open Government Partnership in primo luogo) in cui agli utenti sono garantiti diritti avanzati di cittadinanza digitale che presuppongono assetti organizzativi e tecnologici di livello elevato nella PA stessa
  • la realtà di molti Enti che dovrebbero garantire questi diritti con il personale esistente, che ha competenze professionali non sempre adeguate alle responsabilità che il ruolo organigrafico richiede, e con una non sempre sufficiente capacità di adeguamento delle soluzioni tecnologiche utilizzate sia per motivi economici sia per carenza di autonomia rispetto ai fornitori delle soluzioni stesse

8 Leave a comment on paragraph 8 0 Riguardo al possibile scenario ruolo di SGI sono state ipotizzate quattro linee di intervento:

  • 9 Leave a comment on paragraph 9 0
  • Linea 1 – Accompagnare l’evoluzione professionale delle nuove figure centrali per il processo di trasformazione digitale previste dall’art. 17 del CAD in ogni Ente: la figura apicale di Responsabile dell’Ufficio Unico per la realizzazione dell’Amministrazione Digitale e la figura di Difensore Civico per il digitale
  • Linea 2 – Aiutare le PA nel percorso di “Trasformazione Digitale” dei proprio sistemi / servizi evidenziando il supporto che la tecnologia può dare per rendere sempre più “easy” la vita dei cittadini
  • Linea 3 – Abilitare un modello di rete delle PA locali per consentire il riuso di strumenti digitali omogenei o per creare servizi cross-territoriali per creare una customer experience più innovativa e che incontri le esigenze dei cittadini e delle imprese favorendo la collaborazione tra più istituzioni. Formare e informare la PAC delle modalità di gestione di open data che consenta una più agevole aggregazione di servizi
  • Linea 4 – Facilitare l’adozione di modelli “agile” per lo sviluppo dei servizi ai cittadini e alle imprese coinvolgendo key player territoriali nella definizione dei servizi e nel testing dei servizi

10 Leave a comment on paragraph 10 0 Questa Azione di SGI intende inoltre porsi in coerenza con l’iniziativa recentemente avviata da Flavia Marzano, nel suo attuale ruolo politico a Roma, per stimolare l’innovazione nei territori identificando all’interno delle città e delle comunità locali un modello di intervento condiviso (Decalogo per l’Innovazione), che è riportato sul Portale FPA.

11 Leave a comment on paragraph 11 0 Il processo di convergenza tra l’azione di SGI per il supporto strategico alle PA Locali, oggetto della presente Scheda, e questa iniziativa politica per l’innovazione nei territori è di fatto un riferimento fondamentale per orientare i programmi e i piani di lavoro attuativi delle Linee di intervento individuate.

12 Leave a comment on paragraph 12 0 Riguardo alle specifiche modalità con cui realizzare le iniziative non è stata ancora definita una proposta univoca e compiuta. Di seguito è presentata una matrice con cui le possibili attività, che non sono tra loro necessariamente alternative, sono abbinate alle 4 Linee.

13 Leave a comment on paragraph 13 0 gdl38-scr01

14 Leave a comment on paragraph 14 0 Anche per il dove e quando si svolge l’iniziativa è presentata una matrice con cui le possibili modalità sono abbinate alle 4 Linee.

15 Leave a comment on paragraph 15 0 gdl38-scr02

16 Leave a comment on paragraph 16 0 Di seguito la matrice con cui i possibili coinvolgimenti esterni sono abbinate alle 4 Linee.

17 Leave a comment on paragraph 17 0 gdl38-scr03


18 Leave a comment on paragraph 18 0 Approccio attuativo: Costituzione di Tavoli Territoriali

19 Leave a comment on paragraph 19 0 Un possibile approccio per articolare a livello territoriale le attività è l’apertura di un “Tavolo partecipato” sull’Agenda Digitale con le amministrazioni del territorio (Regione, Città Metropolitana, Comuni) con cui come SGI vogliamo dialogare e con gli stakeholder del territorio (in genere università e altre associazioni della società civile, magari anche qualche azienda).

20 Leave a comment on paragraph 20 0 Questo Tavolo potrebbe costituire la premessa per poter poi elaborare e attuare le varie azioni previste.
Il Tavolo potrà darsi un orizzonte temporale di 1-2 anni e costituirà il luogo in cui proporre e avviare attività e iniziative.

21 Leave a comment on paragraph 21 0 In questo modo alcune attività potranno anche essere “incanalate” all’interno di progetti che possono accedere a finanziamenti, cosa di cui dobbiamo tenere conto in quanto le risorse servono.
L’apertura di Tavoli territoriali con la PA diventa quindi:

  1. 22 Leave a comment on paragraph 22 0
  2. il passo preliminare e il contenitore all’interno del quale proporre, discutere, organizzare e far accadere le azioni che man mano si riterrà di dover mettere in campo.
  3. una azione concreta che porta ad accrescere la credibilità e la reputazione di SGI e per la quale sarà necessaria una forte partecipazione dei Soci che hanno competenze da spendere per le attività previste
  4. uno strumento per cercare di collegare in modo efficace e sistemico SGI ad iniziative economiche sul territorio (progetti che concorrono a finanziamenti, formazione a pagamento) in cui il lavoro volontario potrà essere “corroborato” con attività retribuite.

23 Leave a comment on paragraph 23 0 Il processo potrebbe essere quindi articolato in questo modo:

24 Leave a comment on paragraph 24 0 Fase 1 – Dicembre 2016: All’inerno di SGI si costituiscono 2 Team.

  1. 25 Leave a comment on paragraph 25 0
  2. Il primo è focalizzato sull’elaborazione dei contenuti e della strategia di approccio generale (i cui prodotti potrebbero essere il Format del Tavolo, la Lettera con cui il Tavolo viene presentato alle Amministrazioni, la cura sul Sito SGI della campagna e l’eventuale messa a punto e aggiornamento dei contenuti formativi targati SGI
  3. il secondo è focalizzato sull’organizzazione dei Tavoli territoriali, raccogliendo le proposte dei Soci, e sull’individuazione degli stakeholder e dei Key Players locali (il prodotto è il calendario degli Eventi e la loro realizzazione)

26 Leave a comment on paragraph 26 0 Fase 2 – da Febbraio 2017: Si costituiscono i primi 2/3 Tavoli (sperimentali) nei territori maggiormente presidiati

27 Leave a comment on paragraph 27 0 Fase 3 – da Aprile 2017: Si estendono i Tavoli (possibilmente) a tutto il territorio nazionale


28 Leave a comment on paragraph 28 0 Attività e composizione dei Team

29 Leave a comment on paragraph 29 0 Di seguito l’elenco delle possibili attività dei 2 Team. Sono gradite proposte di modifica / integrazione e candidature dei Soci SGI a partecipare ad uno o entrambi i Team

30 Leave a comment on paragraph 30 0 Team 1 – Strategia di approccio e contenuti

  • 31 Leave a comment on paragraph 31 0
  • Elaborazione dei contenuti e della strategia di approccio generale per il supporto alle PA
  • Definizione Format del Tavolo territoriale e della sua presentazione
  • Campagna sul Sito SGI
  • Definizione progetto formativo e messa a punto dei contenuti formativi targati SGI
  • Definizione modello di collaborazione tra SGI e aziende esterne per attuazione azioni successive sui territori
  • Definizione di un modello tecnologico di aggregazione tra le PA e soggetti esterni

32 Leave a comment on paragraph 32 0 Team 2 – Articolazione Tavoli

  • 33 Leave a comment on paragraph 33 0
  • Organizzazione dei Tavoli territoriali / settoriali
  • Individuazione degli stakeholder e dei Key Players locali
  • Relazioni con AgID e le Amministrazione Regionali disponibili a collaborare per la buona riuscita del Tavoli
  • Composizione del calendario degli Eventi
  • Organizzazione di incontri pubblici sul territorio per la messa in evidenza di buone pratiche, lo scambio di esperienze e il monitoraggio del processo digitalizzazione
  • Centro di raccolta delle proposte dei soci in merito all’organizzazione dei Tavoli
  • Identificazione di ambiti territoriali maggiormente presidiati dove costituire i primi tavoli

34 Leave a comment on paragraph 34 0 Coordinatore: Giovanni Piscolla

35 Leave a comment on paragraph 35 0 Partecipanti: Annamaria Arcese, Roberto Battistelli, Sandro Bologna, Andrea Caccia, Bianca Clemente, Massimo Colucciello, Nicola Guarino, Leda Guidi, Franca Nardi, Gabriella Paolini, Vincenzo Patruno, Morena Ragone, Alessandro Saralli, Giuseppe Silvi, Altheo Valentini

Page 72

Source: http://assembleasgi2016.crowddreaming.academy/assemblea-straordinaria-novembre-2016/forum/38-supporto-strategico-alle-pa-locali-e-regionali/